::Home:: ::Articoli:: ::Statuto:: ::Direttivo:: ::Associati:: ::Iscrizione:: ::Contatti:: ::Links::
Utente:
Passw:

 

Totale articoli: 56
Articoli per pagina: 3
Cambia:

Asmea.net - Articoli on line

:: RASSEGNA STAMPA Ferrandina.info ::
Ferrandina.info


www.apalazz.info


Lo spettacolo e la crisi. Il convegno-dibattito dell'ASMEA


The show must go on. Lo spettacolo deve continuare, cantava Freddie Mercury in una delle sue ultime canzoni con la disperazione rabbiosa attaccata alle corde vocali di chi non ha più niente da perdere. È proprio questo, per analogia, il messaggio che viene fuori dall'annuale convegno-dibattito organizzato e promosso dall'ASMEA (Associazione Spettacolo Management E Artisti). Quest'anno gli organizzatori hanno scelto come sede dei lavori la Basilicata; si è tenuto, infatti, il 13 gennaio 2014 presso l'Hotel degli Ulivi in località Macchia di Ferrandina il tradizionale rendez-vous dedicato gli operatori dello spettacolo. Il convegno, dal titolo Lo spettacolo e la crisi, capitanato dal presidente del sodalizio Paolo Fontana, ha registrato la partecipazione di personalità del mondo politico istituzionale, manager e artisti. Ad aprire i lavori è stato proprio Fontana che ha illustrato l'attività e le finalità dell'associazione. L'ASMEA da anni è presente in campo nazionale con lo scopo di salvaguardare, promuovere e sviluppare la diffusione della musica e dello spettacolo in genere nella totalità delle sue espressioni in Italia e all'estero, con l'obiettivo di far acquisire, alle attività legate al settore, un trattamento paritetico ad altre forme di cultura. Nel perseguire queste finalità di carattere generale, si occupa in modo particolare delle tematiche e delle questioni relative alle categorie dello spettacolo, del management, degli agenti, degli organizzatori, dei produttori di spettacoli musicali, dei promoter e delle aziende che si occupano dei servizi, degli artisti e di tutti i soggetti del settore spettacolo, per riconoscere e valorizzare le loro professionalità. All'incontro ha partecipato anche l'assessore alla viabilità nonché vicepresidente della giunta provinciale di Matera Angelo Garbellano che ha illustrato la situazione culturale della provincia in rapporto alle carenze infrastrutturali, ponendo in particolare l'attenzione sulla mancanza di un teatro nella città di Matera, nonostante sia candida a capitale europea della cultura per il 2019. È stata espressa, inoltre, la volontà, di sottoscrivere un protocollo d?intesa tra l'ASMEA e la Provincia di Matera al fine di regolarizzare il settore degli impresari e dei manager che operano nel settore dello spettacolo per garantire la professionalità dei rapporti e per assicurare una maggiore trasparenza. Nel corso del dibattito si sono alternati vari interventi degli addetti ai lavori, tra i quali anche Pietro Paolo Barbella, leader dello storico gruppo de I Santo California; tutte le relazioni hanno avuto come filo conduttore il tema della regolamentazione del settore al fine di evitare l'inesorabile deriva dell'intermediazione artistica verso il dilettantismo e favorire, invece, il mantenimento di alti standard professionali e qualitativi di coloro che svolgono questo mestiere in maniera esclusiva. La giornata si è conclusa con la cena di gala presso la sala ricevimenti Hotel degli Ulivi con l'intrattenimento musicale del maestro Bruno Santarsieri e la performance della Santarsieri Swing Band Il 14 gennaio per gli ospiti del convegno è prevista una visita guidata alla scoperta dei suggestivi scorci del centro storico di Ferrandina con il patrocinio e la collaborazione di Rocco Scattino della Pro Loco di Ferrandina, del Gruppo Folk e dell?amministrazione comunale di Ferrandina. Come diceva Giovanni Agnelli: L''Italia è il paese dei penultimatum; in un periodo di crisi, come quello che stiamo vivendo, il penultimatum troppo spesso ripetuto è che con la cultura non si mangia. Oltre il digiuno prolungato c'è solo la fame, ben diversa per restare in tema, dalla fama. Dal convegno dell'ASMEA, invece, viene fuori un ultimatum positivo: the show must go on. Lo spettacolo deve continuare.





Giuseppe Balena


Lo spettacolo e la crisi. Il convegno- dibattito dell'ASMEA 
15 GENNAIO 2014

:: ::

:: ASSEMBLEA NAZIONALE ASMEA A FERRANDINA ::
VERSO PROTOCOLLO D'INTESA CON PROVINCIA DI MATERA

In attesa di una normativa nazionale che istituisca l'albo degli agenti di spettacolo un protocollo d'intesa sarà sottoscritto tra l'Asmea (Associazione Spettacolo Management Artisti) e l'amministrazione Provinciale di Matera per tutelare i professionisti dello spettacolo e i committenti pubblici e privati. L'annuncio è venuto al termine dell'Assemblea nazionale Asmea che si è svolta a Ferrandina (Hotel degli Ulivi) e alla quale hanno partecipato il vice presidente della Provincia di Matera Angelo Garbellano e il sindaco di Ferrandina Saverio D'Amelio.

L'incontro annuale di operatori dello spettacolo è servito a riproporre le problematiche della categoria. E' infatti durante un'intervista fatta nel pomeriggio, ancora prima che iniziasse il convegno il presidente dell'Asmea Paolo Fontana ha evidenziato l'esigenza di tutelare i lavoratori del settore dello spettacolo ed in particolare della musica leggera o da ballo e intrattenimento. Si tratta spesso di lavoratori che operano in maniera volutamente saltuaria o, meglio, intermittente, cambiando, anche quotidianamente, luoghi e datori di lavoro. Essi hanno la vitale necessità di servirsi di persone di fiducia che ne organizzino il lavoro, procurando i contratti , curando il calendario degli ingaggi, scegliendo i locali adatti al repertorio e al genere degli artisti tutelati etc. Un lavoro che gli artisti e i musicisti non possono fare direttamente per motivi ovvi. L'Agenzia di Spettacolo è un'attività che all'estero è riconosciuta e regolamentata e che invece in Italia è mal tollerata e spesso semi-clandestina. Gli artisti, per svolgere la loro professione con tranquillità, con programmi di lavoro che si proiettino nel futuro,hanno bisogno di un agente, serio, competente, di provata professionalità ( che non collochi un gruppo rock in un locale di ballo liscio o viceversa). Data la delicatezza dell'attività occorre anche una chiara regolamentazione del collocamento degli artisti e musicisti, evitando l'attuale confusione e assicurando agli stessi adeguata tutela, sul piano previdenziale e fiscale, facendoli rappresentare da agenti autorizzati che abbiano ricevuto una regolare licenza e non da semi agenti clandestini che possono danneggiare l'intera categoria. L'attività di agente non può quindi che essere ufficialmente consentita soltanto a persone di provata serietà, competenza e professionalità. Non a caso da anni, continua Fontana, stiamo lavorando ad una proposta di legge che mira alla definizione di una di figura dell'agente di spettacolo senza incidere sul piano generale sul divieto dell'intermediazione nei rapporti di lavoro né su altri divieti imposti dalla vigente legislazione.

14 Gennaio 2014

Pagine: 1    2    3    4    5    6    7    8    9    10    11    12    13    14    15    16    17    18    19   


 

| HOME | ARTICOLI | STATUTO | DIRETTIVO | ASSOCIATI | ISCRIZIONE | CONTATTI | LINKS |

 
Risoluzione consigliata: 1024x768.
Copyright © 2007 Asmea. All right Reserved
Webmaster: Marco Di Cesare
:: Leggi tutti gli articoli ::